Fritto romano, dove mangiare il migliore nella Capitale: qui dovrai leccarti baffi e contro-baffi

Ci sono dei luoghi a Roma che sono veri e propri templi del fritto, in cui poter gustare delle prelibatezze uniche: la lista 

A Roma il fritto non è soltanto una passione, è una sorta di religione soprattutto per quanto riguarda i classici della cucina romanesca. Parliamo dei supplì al telefono, del baccala fritto, dei fiori di zucca, cioè delle prelibatezze che non possono mancare per un tour gastronomico nella Capitale.

fritti migliori a roma
Un classico della cucina romana, i supplì – travelfeed.it

Il vero problema è trovare queste delizie cucinate a regola d’arte dove gli ingredienti sono preparati e amalgamati nelle giuste dosi, dove l’olio mantenga tutta la sua sapidità e la pastella abbia tutta la croccantezza necessaria per un fritto di qualità. Certo non è semplice orientarsi nella mole di rosticcerie, pizzerie, tavole calde o friggitorie che si trovano in città. Ma nei luoghi che andremo a elencare non si corre il rischio di sbagliare.

I migliori fritti da provare a Roma

Uno dei panificatori e appassionati di cucina più noti della capitale, e ormai conosciuto ben oltre il Grande raccordo anulare,  è senza ombra di dubbio Gabriele Bonci nel suo Pizzarium, zona fermata metro Cipro. Qui oltre ai classici della tradizione si trovano anche supplì e fritti ricercati, come le polpette di bollito, solo per veri intenditori.

fritti migliori a roma
Baccalà fritto, non manca nelle tavole romane – travelfeed.it

Poi si va a Trastevere e precisamente alla pizzeria L’Elementare dove regna la pizza alla romana tirata sottile. Anche in questo luogo ci si può sbizzarrire con fritti tradizionale e ricette più estrose, ma ugualmente interessanti e gustose. Tra tutti spicca il tramezzino burger, pane in cassetta che abbraccia carne bovina, cheddar, cipolla, cetriolini e salse a piacere. Il tutto ovviamente panato e fritto a regola d’arte.

Tra i punti di ristorazione dove gustare i fritti a Roma c’è poi Sbanco di Stefano Callegari e Marco Pucciotti nei pressi di Piazza Zama, in zona San Giovanni, in cui potremo trovare un angolo dedicato al fritto cioè Fry Hard zona San Giovanni. Anche in questo caso i prodotti proposti rappresentano una rivisitazione della tradizione locale. Quindi si parte dal tradizionale baccalà al pollo alla cacciatora con un impasto fritto da urlo. I fritti solitamente serviti come antipasti o come secondo piatto acquistano in questi forma nuova vita.

Sono sfiziosi e saporiti e rappresentano un’ottima occasione per gustare i sapori della tradizione romana che non si limita alla classiche ricette come l’amatriciana o la carbonare. Le pietanze fritte hanno un posto di rilievo nella tradizione della cucina romana, ma in questi locali si trovano rivisitati e riproposti in chiave innovativa.

Impostazioni privacy