Altro che Atlantide, il vero continente perduto è un altro: storia, dettagli e posizione di Argoland

Pensavamo fosse Atlantide il continente perduto ma ce n’è un altro, appena scoperto e con una storia affascinante: Argoland

Che il nostro mondo in passato non fosse quello che è adesso è un dato di fatto per gli studiosi di tutto il mondo. La tesi che una entità superiore abbia creato il mondo così com’è è stata superata da tempo.

scoperto continente perduto Argoland
La comunità scientifica ha risolto il mistero di Argoland – travelfeed.it

Quello che però resta ancora da scoprire in alcuni casi è l’effettivo aspetto del nostro mondo nel passato. E non si tratta solo di un esercizio mentale ma di un modo per capire come continenti lontani tra loro abbiano, invece, tanto in comune, in termini di conformazione geologica e crescita della biodiversità.

Una delle ultime scoperte in ordine di tempo riguarda quello che è al momento considerato il vero continente scomparso: si chiama Argoland e circa 155 milioni di anni fa ha iniziato un viaggio che dall’Australia lo ha portato verso Indonesia e Myanmar. Un’altra dimostrazione della famosa teoria della tettonica delle placche che è alla base di tutto ciò che viene utilizzato come spiegazione dei movimenti che avvengono sulla superficie.

Argoland, il viaggio di un continente sparito ma non dimenticato

Il pianeta Terra circa 155 milioni di anni fa era estremamente diverso rispetto ad adesso. Da quella che viene chiamata comunemente Pangea, ovvero l’estensione di terra che formava l’unico continente prima che le placche, per i movimenti sottostanti iniziassero a muoversi, nel corso di migliaia e migliaia di anni si sono staccati innumerevoli pezzi. Oggetto di uno studio approfondito apparso su Gondwana Research è stato proprio uno dei pezzi che, sotto forma di piccole tracce, infastidiva e costringeva a riscrivere la mappatura di alcune zone del fondale oceanico intorno all’Indonesia.

cosa è argoland, il continente gemello dell'australia
Australia e Indonesia vicine grazie ad Argoland – travelfeed.it

Quei frammenti hanno permesso di fare un lavoro che ha così ricostruito il viaggio di Argoland. Un pezzo di quella che sarebbe poi diventata l’Australia e che ha iniziato un lungo viaggio, frammentandosi rapidamente e andando a cozzare contro quelli che stavano diventando gli arcipelaghi del Sud Est asiatico. Ma è proprio la conformazione diversa a livello geologico che ha permesso di ricostruire quello che c’era prima: una serie di micro continenti che gli studiosi hanno battezzato Argopelago.

Ed è interessante notare come la storia e il viaggio dei frammenti di Argoland che si sono sparpagliati possa aiutare a spiegare il concetto della linea di Wallace ovvero quel confine per ora rimasto immaginario dato dalla presenza di alcune specie vegetali e animali solo su una parte del territorio: Oceania o Asia. È infatti possibile che proprio il viaggio dei frammenti di Argoland abbia permesso di dividere e ridistribuire la flora e la fauna che c’erano in quel periodo, siamo orientativamente nel Cretaceo, in divenire: i primi mammiferi hanno probabilmente viaggiato proprio su queste zattere di roccia.

Impostazioni privacy